Abbiamo studiato l’impatto delle frequenze elettromagnetiche sui seguenti parametri biofisici

CMO può bio-compensare l’impatto delle frequenze elettromagnetiche sui seguenti parametri biofisici.

Indicatori biologici studiati:

  • Esposti a campi elettromagnetici = elevato stress cellulare
  • Esposti e protetti da CMO = ritorno a normali condizioni
Download Studio sugli effetti dei campi elettromagnetici

Dr Marco Paya della New York Accademy of Science

Il Dr Paya ha recentemente studiato l’influenza di microonde e di basse frequenze sulla permeabilità intestinale e la loro compensazione con CMO.

Download Studio e ricerche del Dott. Marco Paya

Maurice Fillion fondatore e ricercatore

Le radiazioni elettromagnetiche artificiali (cellulari, Wi-Fi, computer, antenne, linee elettriche ad alto voltaggio, etc) attivano la soluzione salina microcristallina del CMO che genera un segnale sintonizzato sulla frequenza dei legami ionici delle proteine. Si tratta di una frequenza bassissima che risuona garantendo il normale processo metabolico nelle cellule.
Agendo direttamente a livello biologico, CMO non cambia l’intensità dei campi trasmessi e quindi non disturba il funzionamento dei dispositivi elettronici.

Risonanza

1. Le onde elettromagnetiche emesse dal Wi-Fi risuonano con il corpo umano (oscillatore biologico): la rotazione degli ioni e le frequenze di oscillazione vengono disturbate .

2. L’oscillatore magnetico di compensazione CMO si attiva ed emette un segnale ultra debole, che ‘ricorda’ la corretta impronta magnetica agli ioni.

3. Entrambi gli oscillatori (magnetico e biologico) risuonano e si auto-stabilizzano: abbiamo un ritorno alla normale situazione e gli ioni non sono più disturbati.

Download Studio campi elettromagnetici cellulari

Effetto

Gli ioni all’interno della cavità proteica hanno una oscillazione e una rotazione. Lo ione calcio per esempio ha una frequenza naturale di rotazione di 35 Hz nella sua cavità, e una frequenza naturale di oscillazione tra 1 e 2 GHz. Questi valori sono gli stessi della gamma di frequenza delle onde dei telefoni cellulari mobili per esempio. Queste somiglianze facilitano la rottura del legame tra questi ioni e proteine portando a disturbi organici. CMO mantiene il collegamento funzionale tra ione e proteina evitando il danno biologico.

Ricerche

La professoressa Goodman osservò che gli indicatori più significativi evidenziano alti livelli di stress cellulare se esposti a campi elettromagnetici, mentre, se protetti con la tecnologia CMO, la maggior parte dei livelli ritorna alla normalità.

Fattori analizzati: sintesi della proteina HSP 70

Un aumento della sintesi della proteina HSP 70 è un segno di stress cellulare (e anche dell’attivazione della sequenza SRE del DNA). Essa mostra che è presente un fattore che è tossico per il corpo. La proteina dello stress HSP 70 è considerata un indicatore significativo per valutare l’inquinamento ambientale. Il test consiste nel quantificare la sintesi HSP 70 nei sistemi viventi che sono esposti alle radiazioni elettromagnetiche di un telefono cellulare. I risultati dello studio forniscono dati oggettivi di grande stress cellulare collegato all’esposizione. La presenza di un oscillatore di compensazione (OCM) riduce HSP 70 del 73% rispetto alla crescita osservata nei soggetti esposti.

Download Studio parametri biofisici